Connect with us

Politica

Crisi di Governo, è polemica tra i partiti locali

Published

on

E’ fermento tra le compagini politiche reatine in seguito alla caduta del governo Draghi e per il fulmineo comunicato del PD provinciale che annuncia la volontà, da parte di Fabio Melilli, di lasciare la politica attiva. Una situazione di per sé già complessa nella quale oltre alle oggettive difficoltà nel rimettere insieme i cocci di una politica disastrata, si aggiungono i mal di pancia dei partiti locali che si additano tra loro, cercando un responsabile.

“Ci sembra che il PD caschi dalle nuvole – scrive NOME Officina Politica. Due anni fa ci invitò ad andare a votare a favore di quella riduzione di parlamentari e a chi, come noi, segnalava il grave danno ANCHE per il nostro territorio, veniva garantito che una nuova legge elettorale avrebbe messo tutto a posto. Purtroppo, nulla è stato messo a posto, e l’ennesimo “scippo” al territorio rimane senza autori. Dicevamo allora che Rieti si sarebbe dovute affidare, nella scelta di rappresentanti del territorio, non ai cittadini ma ai partiti, ancora più che nella situazione preesistente. Sarà interessante verificare l’approccio ai prossimi appuntamenti elettorali: vedremo se vorrà essere quello del “campo largo” predicato da Letta, quello del ”minestrone ristretto” PD-progressisti con sfumature anti-draghiane o quello mono-ingrediente proposto dal circolo del PD di Rieti”.

Polemiche anche dal gruppo Forza Italia Rieti: “É palese il tentativo politico di “incolpare” il centro destra per la caduta del Governo Draghi – scrive in una nota il gruppo Forza Italia di Rieti – mentre se di colpevoli si vuol parlare, occorre che i Dem si rivolgano soprattutto agli alleati del M5S.  E appare ancora più evidente il “dispiacere” dopo lo scioglimento delle camere, per non poter più effettuare le solite manovre di palazzo, che hanno permesso ad un partito, da lungo tempo non in sintonia con il proprio elettorato, di governare per lunghi anni”.

Continue Reading

Politica

PD Provincia di Rieti: “Melilli vuole lasciare la politica attiva. Ci ripensi”

Published

on

Continue Reading

Politica

Paragonò l’omosessualità alla pedofilia: è polemica sulla nomina di Letizia Rosati nella nuova giunta Sinibaldi

Published

on

Continue Reading

Comune

Il nuovo consiglio comunale di Rieti: ecco i nomi

Published

on

Inizia a disegnarsi il prossimo consiglio comunale con i risultati ufficiali delle elezioni dello scorso 12 giugno che hanno visto Daniele Sinibaldi diventare il nuovo sindaco di Rieti al primo turno contro Simone Petrangeli e Carlo Ubertini. Dopo giorni di attesa la prefettura ha rilasciato i dati ufficiali che vedono Fratelli d’Italia portare a palazzo di città ben 6 consiglieri: Giovanni Rositani, Claudia Chiarinelli, Claudio Valentini, Emiliana Guadagnoli, Annacarla Purificati e Roberto Carlucci. Sono 5 i banchi per la Lega con Oreste De Santis, Giorgia Broccoletti, Giuliano Sanesi, Maurizio Ramacogi e Giovanni Grillo. Da Forza Italia ne entrano 3 con Fabio Nobili, il più votato di questa tornata, Giovanna Palomba e Simone Labonia. Dalle civiche a sostegno del centrodestra ci saranno anche Chiara Mestichelli, Angelo Raimondi, Luigi Gerbino, Andrea Sebastiani, Antonio Emili e Pierluigi Giraldi. Roberto Donati, Lidia Nobili, Letizia Rosati e Onorina Domeniconi gli esclusi eccellenti al momento, bisognerà vedere dopo la nomina della giunta se ci sarà spazio per loro.
Negli scranni della minoranza insieme a Simone Petrangeli ci saranno tre consiglieri del Pd, Paolo Bigliocchi, Emiliana Avetti e Rosella Volpicelli. Gilberto Aguzzi, Arianna Grillo, Maurizio Vassallo, Elena Leonardi, Alessio Angelucci e Gabriele Bizzoca gli altri del centrosinistra che siederanno in consiglio. Restano fuori Domenico Di Cesare nonostante le 330 preferenze, i due big dem Alessandro Mezzetti e Vincenzo Di Fazio, out anche Mauro Rossi. Chiudono il quadro del nuovo consiglio Carlo Ubertini e il suo unico consigliere di minoranza Franco Evangelista.

Continue Reading
Hide picture