Connect with us

lavoro

ASM, dipendente sanzionato per aver fatto una doccia. La UIL vince il ricorso

Published

on

ASM RIETI, SANZIONE A LAVORATORE. UIL VINCE RICORSO

Sospeso dal servizio e dalla retribuzione per aver fatto la doccia alcuni minuti prima della fine del turno e per essersi rifiutato di lavorare in orario straordinario: queste le motivazioni che avrebbero indotto l’azienda ASM di Rieti a sanzionare un proprio dipendente, provvedimento poi impugnato dalla UIL che oggi fa sapere trionfante di aver vinto il ricorso:

“Abbiamo dimostrato come il dipendere in questione stesse facendo la doccia nei tempi e nei modi come da prassi consolidata, tant’è che altri colleghi erano nello stesso momento sotto le docce e altri l’avevano appena fatta. Ma, cosa strana, solo all’iscritto UIL è stata comminata la sanzione. Per quanto riguarda l’impossibilità di effettuare il lavoro straordinario è stato invece sottolineato come l’assegnazione di veicoli non adeguati per dimensione e portata costringono frequentemente il lavoratore ad attività straordinaria per completare il servizio quotidiano, e un singolo diniego per urgenti impegni personali, non può comportare una sanzione disciplinare”. Stando a quanto si legge nella nota, poi, il procedimento sarebbe viziato nella procedura per l’assenza del codice disciplinare aziendale esposto in azienda, anomalia che ha indotto il Presidente del Collegio nominato dal Direttore dell’Ispettorato del lavoro ad annullare la sanzione disciplinare.

“Siamo soddisfatti per l’esito dell’arbitrato”, ha dichiarato Marco Palmerini, dirigente della UIL Rieti e Sabina Romana. “Ai vertici della ASM ricordiamo che la categoria degli operatori ecologici, quotidianamente impegnata nella raccolta dei rifiuti urbani, oltre a svolgere un lavoro essenziale, è sottoposta ad attività altamente usurante e per questa ragione non possono essere ammesse sanzioni disciplinari come quella capitata al nostro assistito”.

Continue Reading

lavoro

Risorse Sabine, lavoratori in attesa di risposte

Published

on

Continue Reading

lavoro

Coldiretti alla Regione: “Finanziamenti per le aziende agricole”

Published

on

“In un periodo complesso come quello che sta attraversando la nostra agricoltura sono ancora molte le aziende agricole che credono nelle opportunità di sviluppo e investimento. L’innovazione spesso corrisponde a risparmio rispetto ai costi di produzione, che sono enormemente aumentati negli ultimi mesi, con le cause tra le più disparate, ma sicuramente non collegate agli agricoltori”. Queste le parole del Presidente Coldiretti Lazio, David Granieri relative alla richiesta di più finanziamenti alle imprese agricole nell’ambito del Piano di Sviluppo Rurale, che prevede appunto gli “incentivi per investimenti per la redditività, competitività e sostenibilità delle aziende agricole, richieste alla Regione Lazio attraverso una lettera inviata al Vice Presidente, Daniele Leodori.

“Prendere in considerazione l’opportunità di poter finanziare il maggior numero possibile di domande del precedente Piano di Sviluppo Rurale misura di investimento 4.1 – ha sottolineato il presidente Granieri – anche con l’aumento dei costi di investimento le imprese che sono in grado di potersi modernizzare, avranno una possibilità in più di poter proseguire nell’attività. In questo modo si darà fiducia anche ai giovani, proprio in questa fase storica complessa”. Investire nell’ammodernamento delle aziende non solo consente all’agricoltura di avere un ruolo centrale, ma anche di raggiungere target più alti per le imprese e la possibilità di essere maggiormente competitive sul territorio, sia sotto il profilo tecnologico che della sostenibilità. “Non dimentichiamo – conclude Granieri – che l’agricoltura è gestione del territorio, produzione di cibo locale di ottima qualità, occupazione, indotto con alto valore aggiunto”.

Continue Reading

lavoro

MVM, incontro tra sindacati e parlamentari reatini

Published

on

Si è tenuto l’atteso incontro tra sindacati e gli onorevoli reatini Lorenzoni, Melilli e Trancassini per cercare una soluzione e chiedere un intervento a favore del territorio in merito alle conseguenze delle gravi inadempienze della ditta MVM nei confronti dei propri lavoratori. “Dopo il confronto con l’Azienda in Prefettura a Rieti, era apparso chiaro che le promesse fatte di regolarizzare gli stipendi dei lavoratori e le pendenze con gli istituti previdenziali, non sarebbero state onorate”, scirvono le sigle sindacali in una nota congiunta e aggiungono: “Gli eventi degli ultimi giorni hanno peggiorato la situazione con i lavoratori giunti al limite della sopportazione, mentre da più parti ci giungono segnalazioni di disservizi della rete che non trovano soluzione proprio perché non ci sono più i lavoratori a garantire manutenzione e riparazioni”.

Una situazione insostenibile per le famiglie che non hanno più mezzi di sostentamento ma anche per il territorio che sta restando indietro nelle opere di digitalizzazione necessarie per ipotizzare strategie di sviluppo. Per questo oggi l’incontro con gli onorevoli del territorio si spera possa portare soluzioni con CGIL, CISL e UIL che concludono: “È arrivato il momento di dire basta, abbiamo chiesto ai parlamentari di intervenire presso il governo anche attraverso atti formali quali una interrogazione parlamentare. Siamo in attesa di riscontri tangibili che mettano i lavoratori in condizione di resistere e il territorio in condizione di competere”

Continue Reading
Hide picture