Connect with us

Città

“A scuola ci andiamo da soli”: iniziati i lavori del progetto

Published

on

Sono iniziati i lavori di attuazione del progetto “A scuola andiamo da soli”, nell’ambito del programma funzionale allo sviluppo della mobilità sostenibile nel territorio del comune di Rieti.

A darne notizia l’assessore ai Lavori Pubblici ed Urbanistica Antonio Emili il quale fa sapere che l’intervento attinge ad un finanziamento del Ministero dell’Ambiente e prevede l’investimento di €151.000,00 nella realizzazione di una pista ciclo – pedonale che collegherà la caserma della Guardia di Finanza e il quartiere di Piazza Tevere al Polo scolastico di via Togliatti.

L’opera comprende anche l’installazione di un semaforo a chiamata lungo l’itinerario ciclo  pedonale che migliorerà l’accesso e il deflusso della popolazione scolastica da e verso le scuole situate a ridosso delle ex Manicomio. “In tal modo – dichiara Emili – rimediamo all’isolamento del polo scolastico di via Togliatti attraverso la realizzazione di un percorso ciclo  pedonale che mette in sicurezza e ricuce tale sito al resto del nostro territorio urbano, elevando il grado e la qualità della mobilità sostenibile sviluppata a servizio della città di Rieti”.

Continue Reading

Città

Fondazione Varrone: progetti per 70 milioni di euro nel bando Pnrr

Published

on

Comuni reatini e Pnrr, valgono 70,8 milioni di euro di investimento gli 11 progetti presentati dai 39 Comuni che per lo più in forma associata hanno risposto al Bando Progetti Strategici lanciato a marzo dalla Fondazione Varrone. Per le proposte migliori in ballo c’era la consulenza degli esperti di Sinloc, pronti ad affiancare gli enti locali nel complesso percorso per arrivare alle risorse europee stanziate per la ripresa dell’Italia dopo il Covid. Alla valutazione tecnica dell’advisor – che ha ritenuto ammissibili 8 progetti su 11 – si è accompagnata quella complessiva della Fondazione Varrone che ha deciso di rilanciare per non escludere nessuno.

LE DICHIARAZIONI –“Le proposte sono molto buone ma possono funzionare meglio se implementate – spiega il presidente Antonio D’Onofrio – Aumentare la qualità dell’idea e allargare la rete dei partner renderebbe i progetti più competitivi e in caso di vittoria avrebbe un impatto sociale ed economico vero sul territorio”. Di questo si è discusso ieri mattina a Palazzo Potenziani con i sindaci capofila dei progetti convocati dalla Fondazione per comunicare l’esito del bando. Tre i cluster tematici su cui si è ritenuto di far convergere le progettualità: lo sviluppo di sistemi turistici integrati, la creazione di filiere agroalimentari, il sostegno ai territori montani tramite la salvaguardia e l’incremento delle risorse idriche. “I progetti presentati sono ottimi punti di partenza e i sindaci sono d’accordo a lavorare insieme per migliorarli: è chiaro a tutti che questa è un’occasione straordinaria di rilancio del territorio che non ricapiterà – continua D’Onofrio – La Fondazione si è impegnata a fare da cabina di regia e a facilitare questo processo mettendo a disposizione spazi e consulenti”.

Continue Reading

Città

Giugno Antoniano, il 1° del mese la presentazione

Published

on

Continue Reading

Città

Nome Officina Politica interviene sul problema dei passaggi a livello

Published

on

Marco Giordani e Rossella Gigli, candidati con NOME Officina Politica per Carlo Ubertini sindaco intervengono sulla convenzione che il Comune di Rieti ha firmato con RFI. Secondo i candidati l’amministrazione vorrebbe far credere che qualcosa sia cambiato per la questione relativa ai tre sottopassi urbani, inviando ai cittadini un comunicato non istituzionale della Polizia che racconta di un’auto diretta al Pronto Soccorso bloccata da un passaggio a livello. Purtroppo solo alcuni hanno potuto apprendere che il problema si è verificato a Villa Reatina (già sulle cronache ai tempi del Giro D’Italia) con un passaggio a livello mai considerato nelle ipotesi di convenzione tra RFI e Amministrazione, così come quello di Piazza Tevere; e questo nonostante la motivazione di “sicurezza” della RFI sarebbe più calzante per queste intersezioni tra strada e ferrovia. La valutazione delle proposte RFI per l’area centrale della città toccherà quindi alla prossima amministrazione, ma non vorremmo che una comunicazione poco attenta possa influenzare il sentimento degli elettori.

Continue Reading