Connect with us

Generale

Lega Navale: rinnovate le cariche per il triennio 2022-2025

Published

on

Si è svolta l’Assemblea generale dei Soci della Lega Navale Italiana Rieti – Lago del Turano, presso il centro multiculturale “ Le Tre Porte” di Rieti.  Durante l’incontro sono state rinnovate le cariche per il prossimo triennio 2022- 2025. 

L’Avvocato Giovanni Vespaziani, sindaco emerito di Castel di Tora, è stato riconfermato Presidente, eccezionalmente autorizzato per il suo terzo mandato visto la sosta forzata dell’Ente morale per la pandemia. 

GLI ELETTI – Vice Presidente: la new entry, Arianna Malagisi che da anni si occupa di ambiente e di sport come inclusione sociale. Segretario: riconfermato l’ex cancelliere Sergio Raveggi. Tesoriere: Rita Proietti, la storica commerciante di Castel di Tora, ” Madame La Carpe”. Consiglieri: il pescatore Antonio Pandolfi e il pubblicitario Bruno Targusi, Responsabile della Comunicazione e Marketing. Al socio Fabio Pischicchia è stato assegnato l’incarico di Responsabile delle Relazioni Esterne. 

Prima della pandemia, la Lega Navale Rieti con il progetto di promozione sociale “Navigando con” aveva coinvolto le scuole secondarie della provincia reatina e della regione Lazio con una partecipazione di circa 1000 studenti l’anno, tanto da ricevere per l’iniziativa, un premio all’ Expo 2015.

“Dopo 2 anni di blocco di tutte le attività a causa della pandemia, è arrivato il momento di riprendere le attività – ha dichiarato il neo eletto Presidente Vespaziani – Questo nuovo Consiglio dovrà rimboccarsi le maniche e lavorare. A fine mese siamo pronti per un evento organizzato dalla Presidenza nazionale e in questo triennio dobbiamo portare a termine il progetto di Amatrice già finanziato consistente in un laboratorio nautico presso il Liceo Sportivo Internazionale che è in fase di definizione”.

Continue Reading

Generale

Il Generale Fambrini in visita al Comando Provinciale dei Carabinieri di Rieti

Published

on

Continue Reading

prima pagina

Il comune di Amatrice conferisce la Cittadinanza Onoraria alla Croce Rossa Italiana

Published

on

E’ stata consegnata, durante una cerimonia presso l’Auditorium Della Laga ad Amatrice, la cittadinanza onoraria alla Croce Rossa Italiana per il contributo dato durante i mesi che hanno seguito il terremoto del 2016. A consegnare la pergamena al  Vicepresidente nazionale Rosario Valastro, il sindaco di Amatrice Giorgio Cortellesi.

LE PAROLE DEL SINDACO CORTELLESI: Il primo cittadino ha tenuto a sottolineare che gli uomini e le donne della Croce Rossa “sono gli eroi della quotidianità italiana e in particolare, della nostra quotidianità. La loro presenza per noi è sinonimo di fratellanza, sicurezza, solidarietà e aiuto concreto e la cittadinanza onoraria è il segno di una vicinanza che deve continuare per vigilare la ripartenza”. Al termine della cerimonia è stata deposta, presso il monumento dei caduti ad Amatrice, una corona di fiori. Il vice presidente Valastro si è detto emozionato e grato per l’importante riconoscimento da parte di Amatrice, luogo simbolo di una tragedia nella quale i nostri volontari sono stati tra i primi a giungere per portare soccorso”. Il vice presidente della Croce Rossa Italiana ha voluto dedicare la cittadinanza onoraria a ciascuno dei soccorritori

Continue Reading

prima pagina

Il commissario Giovanni Legnini: “Serve un Codice Unico per le ricostruzioni”

Published

on

Il commissario alla Ricostruzione Giovanni Legnini, durante il webinar “Ricostruire in Sicurezza”, tenutosi ieri, ha chiesto che venga istituito un unico Codice nazionale per le ricostruzioni, che ne stabilisca modalità di gestione e procedure, con una regia centrale.

L’INTERVENTO DI LEGNINI: Durante il suo intervento ha spiegato che «Oggi in Italia abbiamo sette ricostruzioni in corso tra cui il Centro Italia colpito dal sisma del 2016, ognuna con regole e procedure differenti, che creano una disparità di trattamento tra cittadini colpiti dalla stessa calamità. Non possiamo sapere quando arriverà un altro forte terremoto, ma è certo che accadrà. E non possiamo farci trovare impreparati”.

NECESSARIO CODICE UNICO NAZIONALE: Da qui la richiesta dell’istituzione di un unico Codice nazionale per le ricostruzioni. E da Legnini arriva l’appello a Governo e Parlamento. «A gennaio 2022 il Governo – ha spiegato Legnini – ha varato una legge delega per l’adozione di questo Codice, con la creazione di un apposito Dipartimento delle Ricostruzioni a Palazzo Chigi. A quattro mesi di distanza, la legge delega non è ancora stata incardinata in Parlamento e si restringe sempre di più il tempo utile per varare i provvedimenti attuativi entro la fine della legislatura. Occorre un piano nazionale che indichi gli strumenti e le priorità di azione. Le detrazioni fiscali sulle ristrutturazioni edilizie, oggi concentrate sull’efficientamento energetico, potrebbero essere riorientate per favorire il miglioramento sismico degli edifici, almeno nelle zone del Paese che sono a maggior rischio».

IL COSTO DELLE RICOSTRUZIONI: Prevenire anche per non spendere dopo le catastrofi. Lo indicano le cifre presentate dallo stesso Legnini sui terremoti degli ultimi 50 anni; il dato parla di un totale, a prezzi correnti, di 191 miliardi di euro, con una spesa effettiva sostenuta finora di 165 miliardi di euro; 3 miliardi all’anno.

LEGGE REGIONALE: Intanto, in merito ai cantieri pubblici, è arrivata l’approvazione della legge regionale “Disposizioni per la qualità, la tutela e la sicurezza del lavoro nei contratti pubblici”. Soddisfazione arriva dall’assessore regionale al Lavoro, Claudio Di Berardino

Continue Reading