Connect with us

Città

A due anni dall’incarico il Questore Maria Luisa di Lorenzo lascia Rieti: andrà ad Arezzo

Published

on

“Preservare la tranquillità di Rieti, questo è stato il mio scopo da quando ho messo piede in città”, ha dichiarato con fierezza il questore uscente, Maria Luisa di Lorenzo. E alla domanda se ritenga o meno di lasciare al proprio successore una Rieti più sicura, la Di Lorenzo ha risposto: “Non si può dire in assoluto: i reati, lo sappiamo, sono in continuo avvenire, specialmente per quanto riguarda lo spaccio, essendo Rieti geograficamente molto vicina a Roma e dunque coinvolta in una fitta rete di traffico di stupefacenti. Senz’altro, però, lascio al mio successore una città molto più collaborativa di come l’ho trovata”.

IL COMMIATO – Un incarico, quello della Di Lorenzo, svolto in un arco temporale non certo semplice, prima con la pandemia da Covid e ora con l’arrivo degli ucraini in fuga dalla guerra.  Ed è a tal proposito che il questore ha tenuto a ringraziare quanti hanno coadiuvato le intense attività portate avanti sul territorio reatino: “Proprio i cittadini – ha dichiarato – ci hanno spesso consentito di portare avanti le attività investigative contro lo spaccio e la violenza domestica, capillarmente presenti a Rieti ma di cui abbiamo ancora poche denunce, nonostante i miei numerosi ammonimenti”.

Continue Reading

Città

Fondazione Varrone: progetti per 70 milioni di euro nel bando Pnrr

Published

on

Comuni reatini e Pnrr, valgono 70,8 milioni di euro di investimento gli 11 progetti presentati dai 39 Comuni che per lo più in forma associata hanno risposto al Bando Progetti Strategici lanciato a marzo dalla Fondazione Varrone. Per le proposte migliori in ballo c’era la consulenza degli esperti di Sinloc, pronti ad affiancare gli enti locali nel complesso percorso per arrivare alle risorse europee stanziate per la ripresa dell’Italia dopo il Covid. Alla valutazione tecnica dell’advisor – che ha ritenuto ammissibili 8 progetti su 11 – si è accompagnata quella complessiva della Fondazione Varrone che ha deciso di rilanciare per non escludere nessuno.

LE DICHIARAZIONI –“Le proposte sono molto buone ma possono funzionare meglio se implementate – spiega il presidente Antonio D’Onofrio – Aumentare la qualità dell’idea e allargare la rete dei partner renderebbe i progetti più competitivi e in caso di vittoria avrebbe un impatto sociale ed economico vero sul territorio”. Di questo si è discusso ieri mattina a Palazzo Potenziani con i sindaci capofila dei progetti convocati dalla Fondazione per comunicare l’esito del bando. Tre i cluster tematici su cui si è ritenuto di far convergere le progettualità: lo sviluppo di sistemi turistici integrati, la creazione di filiere agroalimentari, il sostegno ai territori montani tramite la salvaguardia e l’incremento delle risorse idriche. “I progetti presentati sono ottimi punti di partenza e i sindaci sono d’accordo a lavorare insieme per migliorarli: è chiaro a tutti che questa è un’occasione straordinaria di rilancio del territorio che non ricapiterà – continua D’Onofrio – La Fondazione si è impegnata a fare da cabina di regia e a facilitare questo processo mettendo a disposizione spazi e consulenti”.

Continue Reading

Città

Giugno Antoniano, il 1° del mese la presentazione

Published

on

Continue Reading

Città

“A scuola ci andiamo da soli”: iniziati i lavori del progetto

Published

on

Continue Reading