Connect with us

Città

Ex Zuccherificio: parla la Coop Centro Italia

Published

on

“Siamo consapevoli che qualunque progetto di questa portata possa generare assenso o perplessità ma non è nostra intenzione essere divisivi”: la parola, sul destino dell’ex zuccherificio, passa alla Coop Centro Italia, Cooperativa proprietaria del terreno sul quale sorge il complesso. E’ il Presidente del Consiglio di Amninistrazione Antonio Bomarsi ad intervenire ilustrando il progetto del “Parco Urbano”. “Non andremo soltanto a ricostruire un edificio ex-industriale – spiega Bomarsi – ma andremo a valorizzare un pezzo di storia e a ricucire una ferita all’interno del tessuto urbano”.

EX ZUCCHERIFICIO – Non verrà realizzato un classico centro commerciale ma una moderna struttura aggregativa polifunzionale con moderni servizi alle persone (palestra, centro diagnostico di eccellenza, centro medico di analisi, specialisti fisioterapici per la terza età, uffici e ristorazione qualificata). IL Presidente Bomarsi sottolinea anche i dettagli dal punto di vista economico. “La realizzazione dell’investimento – dichiara – privilegerà in primis le aziende del territorio che potranno contribuire direttamente alla sua realizzazione. Richiamerà inoltre operatori di caratura nazionale e internazionale (oggi non presenti) e che, altrimenti, con molta probabilità, non sarebbero interessati ad aprire in città. Genererà infine 400 posti di lavoro aggiuntivi (i trasferimenti di attività da parte nostra non genereranno chiusure all’interno delle licenze del Gruppo: l’attuale punto vendita Coop sarà traferito nella nuova struttura all’interno dell’ex zuccherificio e verranno fatte nuove assunzioni) senza contare poi tutti gli altri lavoratori dell’indotto di cui la struttura, una volta inaugurata, avrà bisogno per il suo normale funzionamento (pulizie, gestione verde, manutenzioni, ecc.). Per la realizzazione dell’intervento si prevede un investimento di circa 50 milioni di euro che, nell’attuale situazione economica del territorio, ne fanno sicuramente uno degli investimenti più rilevanti della Regione“.

Continue Reading

Città

Fondazione Varrone: progetti per 70 milioni di euro nel bando Pnrr

Published

on

Comuni reatini e Pnrr, valgono 70,8 milioni di euro di investimento gli 11 progetti presentati dai 39 Comuni che per lo più in forma associata hanno risposto al Bando Progetti Strategici lanciato a marzo dalla Fondazione Varrone. Per le proposte migliori in ballo c’era la consulenza degli esperti di Sinloc, pronti ad affiancare gli enti locali nel complesso percorso per arrivare alle risorse europee stanziate per la ripresa dell’Italia dopo il Covid. Alla valutazione tecnica dell’advisor – che ha ritenuto ammissibili 8 progetti su 11 – si è accompagnata quella complessiva della Fondazione Varrone che ha deciso di rilanciare per non escludere nessuno.

LE DICHIARAZIONI –“Le proposte sono molto buone ma possono funzionare meglio se implementate – spiega il presidente Antonio D’Onofrio – Aumentare la qualità dell’idea e allargare la rete dei partner renderebbe i progetti più competitivi e in caso di vittoria avrebbe un impatto sociale ed economico vero sul territorio”. Di questo si è discusso ieri mattina a Palazzo Potenziani con i sindaci capofila dei progetti convocati dalla Fondazione per comunicare l’esito del bando. Tre i cluster tematici su cui si è ritenuto di far convergere le progettualità: lo sviluppo di sistemi turistici integrati, la creazione di filiere agroalimentari, il sostegno ai territori montani tramite la salvaguardia e l’incremento delle risorse idriche. “I progetti presentati sono ottimi punti di partenza e i sindaci sono d’accordo a lavorare insieme per migliorarli: è chiaro a tutti che questa è un’occasione straordinaria di rilancio del territorio che non ricapiterà – continua D’Onofrio – La Fondazione si è impegnata a fare da cabina di regia e a facilitare questo processo mettendo a disposizione spazi e consulenti”.

Continue Reading

Città

Giugno Antoniano, il 1° del mese la presentazione

Published

on

Continue Reading

Città

“A scuola ci andiamo da soli”: iniziati i lavori del progetto

Published

on

Continue Reading