Connect with us

prima pagina

Il Commissario Legnini scrive ai sindaci dei comuni colpiti dal sisma

Published

on

Il Commissario alla Ricostruzione, Giovanni Legnini, in una lettera inviata ai sindaci dei comuni colpiti dal sisma del 2016 ha annunciato che c’è ancora la possibilità di regolarizzare le domande di contributo per la riparazione dei danni lievi archiviate o rigettate perché incomplete che potranno essere integrate e riproposte agli Uffici Speciali.

LA SCADENZA – Le domande dovranno essere regolarizzate entro il 31 dicembre 2021, se il rigetto è avvenuto prima del 22 ottobre 2021, data di pubblicazione dell’Ordinanza 121, oppure entro 90 giorni dal rigetto, se notificato in data successiva al 22 ottobre. Nella lettera il Commissario ha inoltre ribadito la scadenza imminente del 15 dicembre per la Manifestazione di Volontà a richiedere il
contributo di ricostruzione, pena la sua decadenza, ed ha annunciato che il termine per presentare le richieste per i danni gravi, fissato al 31 dicembre, sarà prorogato con scadenze differenziate.

LE PAROLE DI LEGNINI – “Entro la fine dell’anno e le prime settimane del prossimo, si chiuderà il capitolo dei danni lievi. Poi stabiliremo le nuove scadenze per presentare le richieste relative alla riparazione dei danni gravi, avviata da tempo, ma alla quale è necessario dare ulteriore impulso, con una programmazione delle future scadenze. Si inizierà dai fabbricati di proprietà dei cittadini residenti, titolari del Cas o che usufruiscono delle Sae. C’è la necessità di ridurre la spesa ancora rilevante, relativa ai benefici dell’assistenza, soprattutto quando non esistono più ostacoli concreti all’avvio della ricostruzione, ed accelerare il rientro delle famiglie nelle loro case”, ha sottolineato Legnini.

I DATI INVIATI AI SINDACI – Il Commissario ha affidato a Invitalia una ricognizione sui percettori dell’assistenza, incrociando i loro dati con quelli delle Richieste di contributo e delle Manifestazioni di volontà già pervenute. Gli elenchi sono stati trasmessi ai sindaci, invitandoli ad “attivarsi presso i cittadini che non hanno ancora provveduto agli adempimenti necessari, affinché non perdano i loro diritti”.

Continue Reading

Covid

D’Amato: continuano a salire i contagi. “Auspico l’obbligo vaccinale”

Published

on

Durante la videoconferenza della task-force regionale per il COVID l’Assessore regionale alla Sanità D’Amato ha comunicato i numeri odierni con 16.464 nuovi casi positivi e 14 decessi. A Rieti e provincia la situazione è sempre più critica con 501 nuovi positivi e soltanto 20 guariti. A Rieti città attualmente i positivi sono, come comunicato dall’assessore Onorina Domeniconi, 1160 e 10 i guariti. Si registra purtroppo anche il decesso di una 81enne ricoverata presso una casa di cura romana.

RECORD DI CASI – Durante la conferenza D’Amato ha parlato di record di casi e di tamponi sottolineando che la pressione su ospedali e operatori sanitari è dovuta principalmente a no-vax. “Auspico, ha ribadito, che si valuti seriamente l’obbligo vaccinale“.

CAMPAGNA VACCINALE – Proseguono intanto le vaccinazioni nel Lazio con la somministrazione di oltre 63mila dosi con un +14% rispetto al target commissariale. Superato il 96,5% di adulti che ha ricevuto la doppia dose e l’90,5% degli over 12 sempre in doppia dose.

SALGONO VACCINAZIONI PEDIATRICHE – Aumentano anche le vaccinazioni nella fascia 5-11 anni con oltre 50 mila somministrazioni, e le terze dosi arrivate al 44% dei vaccinati. D’Amato ha parlato anche del potenziamento del contact tracing per le scuole con con 37 drive-in a disposizione degli studenti a partire dal 7 gennaio prenotando sulla piattaforma regionale. A Rieti e provincia si potranno effettuare in via del Terminillo, Passo Corese, Accumoli, Sant’Elpidio, Poggio Mirteto, Antrodoco e Magliano Sabina.

IL 6 OPEN DAY ALLA VERDIROSI – L’assessore alla Sanità ha anche ricordato l’open day dell’Epifania a Rieti, il 6 gennaio, presso la caserma Verdirosi per chi ha superato i 120 giorni da ultima somministrazione.

Continue Reading

prima pagina

Il presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti ha firmato l’ordinanza per la riapertura delle scuole il 10 gennaio

Published

on

Il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti ha firmato l’ordinanza per la riapertura delle scuole di ogni ordine e grado del Lazio e delle Istituzioni Formative che erogano percorsi triennali di istruzione e formazione professionale (IeFP) che riprenderanno in presenza il 10 gennaio.

LE PAROLE DI DI BERARDINO – “Nel Lazio la riapertura della scuola in presenza il 10 gennaio è un segnale importante di continuità che vogliamo dare agli studenti e alle loro famiglie, agli insegnanti e al personale scolastico” spiega l’assessore regionale alla Scuola Claudio Di Berardino. “Ricordiamo infatti che era prevista per circa il 20% degli Istituti la riapertura venerdì 7 gennaio e grazie a questo provvedimento il rientro a scuola in presenza sarà per tutti lunedì – prosegue Di Berardino – perché vogliamo continuare a garantire il diritto allo studio in presenza e in sicurezza. Inoltre sarà potenziato il contact tracing con drive-in a disposizione degli studenti in tutte le zone del Lazio.  Lavoriamo con l’obiettivo di permettere alle ragazze e ai ragazzi di andare ogni giorno a scuola, ma è necessario non abbassare la guardia e avere comportamenti responsabili che serviranno a garantire la possibilità di completare un anno in presenza. Riconfermiamo l’appello alle vaccinazioni, al rispetto delle regole, con il massimo impegno da parte di tutti in questa direzione”.

PRENOTAZIONE CONTAC TRACING – Per il contac tracing sarà possibile prenotare sulla piattaforma (https://prenota-drive.regione.lazio.it/main/home) con la tessera sanitaria e indicando l’Istituto scolastico.

Continue Reading

Cronaca

Incidente mortale, questa mattina, lungo la Salaria all’imbocco della galleria Collegiardino

Published

on

Incidente mortale, questa mattina, lungo la strada SS4 Salaria al Km.71, all’altezza dell’imbocco della galleria “Collegiardino”.

Coinvolta una sola autovettura, una Ford, con il conducente, R.L.P. del 1966, che è deceduto sul posto a causa di un malore visto che non ci sono segni di frenata o di collisione. Intervenuti sul posto i vigili del fuoco della sede centrale di Rieti e i sanitari del 118 con due ambulanze, oltre alla Polizia Stradale. Purtroppo per il conducente non c’è stato nulla da fare nonostante gli sforzi dei Sanitari del 118 per rianimarlo ed è deceduto sul posto.

Continue Reading