Connect with us

Cronaca

Persone socialmente pericolose: intensificate dal Questore le misure di prevenzione

Published

on

La Divisione Anticrimine della Questura di Rieti intensifica il controllo sul territorio anche attraverso l’adozione delle cosiddette “misure di prevenzione” a carico di persone socialmente pericolose in quanto responsabili di reati predatori. Misure che impongono specifiche prescrizioni, limitano in parte la libertà personale e consentono una più stretta sorveglianza su soggetti responsabili di comportamenti pericolosi per la sicurezza pubblica.

I DATI – Nel periodo dal 1° giugno al 30 novembre 2021 sono stati emessi 16 provvedimenti di “Avviso orale” nei confronti di soggetti dediti ad attività illecite e pericolose. Misura ulteriore rispetto all’avviso orale è la Sorveglianza Speciale di Pubblica Sicurezza dallo scorso mese di giugno, ne sono state emesse 7. Cinque di queste sono attualmente all’esame del Tribunale di Roma, mentre le altre due proposte sono state già accolte e adottate nei confronti di due pregiudicati locali che sono stati sottoposti alle stringenti prescrizioni che la misura prevede. Emessi, inoltre, 2 Fogli di Via Obbligatorio, con divieto di fare rientro nel Comune di Rieti per i prossimi tre anni, nei confronti di due cittadini di etnia rom che, provenienti da Roma, venivano a prostituirsi in questa città, adescando per lo più persone anziane, spesso anche con l’intento di derubarle.

CONTRO LA VIOLENZA DI GENERE – Altro importante impegno viene profuso dalla Polizia di Stato nel settore della violenza di genere e domestica. Negli ultimi sei mesi sono stati emessi 2 Ammonimenti del Questore per atti persecutori. Sono stati, poi, 8 gli Ammonimenti del Questore emessi in altrettanti casi di violenza domestica.

Continue Reading

Cronaca

Guardia di Finanza, 248° anniversario: il bilancio operativo dell’ultimo biennio

Published

on

Continue Reading

Cronaca

Carabinieri smascherano 119 furbetti del Reddito di cittadinanza

Published

on

Continue Reading

Cronaca

Cittaducale, forza il posto di blocco e fugge nel bosco: continuano le ricerche

Published

on

I Carabinieri di Cittaducale hanno intercettato una Volkswagen Passat, nei pressi di Castel Sant’Angelo, con il conducente che non si è fermato all’ALT imposto dai militari. Da accertamenti effettuati immediatamente dalla Centrale Operativa, l’auto risultava rubata, nel pomeriggio precedente, a Silvi Marina, in Abruzzo. Il prolungato inseguimento ha consentito ai militari di raggiungere l’auto. Il conducente, vistosi costretto a fermare la corsa e abbandonata l’auto sul ciglio della strada, si è dato alla fuga a piedi nel bosco limitrofo. Le ricerche dell’uomo, effettuate da personale del Nucleo Operativo e Radiomobile e della Stazione di Cittaducale e protrattesi fino alla mattina seguente, hanno dato esito negativo. Sull’autoveicolo, sottoposto a sequestro, verranno eseguiti i rilievi tecnicoscientifici volti a dare un nome all’autore del furto. Si dà atto, come di consueto, che il procedimento Penale è ancora nella fase delle indagini preliminari e che eventuali responsabilità penali saranno valutate dall’Autorità Giudiziaria

Continue Reading
Hide picture