Connect with us

Cronaca

E’ morto Andrea Salini, cantautore e chitarrista reatino. Aveva 44 anni

Published

on

Se ne è andato Andrea Salini, portandosi dietro tutte le canzoni che aveva ancora da cantare e la sua musica da suonare. Il tempo di una nota sulla corda della chitarra. Aveva 44 anni questo ragazzo nato a Petrella Salto che nel mondo della musica era per tutti il “lupo del rock”.

SCONCERTO E DOLORE – La notizia della sua morte improvvisa, a nulla sono valsi i soccorsi, ha lasciato basita un’intera comunità, compresa la città di Rieti. La corsa in ospedale, la speranza legata ad un filo sottilissimo, ma Andrea se ne era già andato. Lascia la mamma, il fratello e la compagna. Chitarrista e cantautore rock aveva pubblicato tre album e tanti i concerti compresi quelli per cause legate al sociale. Era da poco uscito il quarto album, Roses, per il quale era in tour. Rimane il ricordo tra gli amici e i colleghi, tra i suoi compaesani a Petrella Salto.

IL RICORDO – “Ho il cuore a pezzi, un giovane che teneva alla sua terra e le sue origine del Cicolano, l’ho visto crescere, amico di famiglia, un grande musicista iscritto all’Anpi, un giovane dai grandi valori che ricordiamo all’inaugurazione della sede reatina dove ha suonato e cantato il suo ultimo lavoro. Non ho più parole Andrea, mi manchi e ci mancherai, mancherai, a tua moglie una grande donna eravate una coppia giovane che aveva deciso di rimanere sul territorio e mancherai alla tua famiglia e a tutti noi perché hai lasciato un vuoto troppo grande” scrive Cosmo Bianchini presidente dell’Anpi Rieti di cui Andrea faceva parte. E a seguire tantissimi i ricordi e i commenti di chi non ascoltava solo la sua musica o lo conosceva per sentito dire, ma di quanti con lui avevano condiviso tempo e progetti. I social oggi sono tutti per Andrea, per il suo ricordo, con la certezza che la musica non si ferma. “Sarò onesto, non lo conoscevo, scrive un ragazzo, ma ho aperto il suo sito e sto ascoltando le sue canzoni. Gran bei pezzi.

Continue Reading

Cronaca

Persone socialmente pericolose: intensificate dal Questore le misure di prevenzione

Published

on

La Divisione Anticrimine della Questura di Rieti intensifica il controllo sul territorio anche attraverso l’adozione delle cosiddette “misure di prevenzione” a carico di persone socialmente pericolose in quanto responsabili di reati predatori. Misure che impongono specifiche prescrizioni, limitano in parte la libertà personale e consentono una più stretta sorveglianza su soggetti responsabili di comportamenti pericolosi per la sicurezza pubblica.

I DATI – Nel periodo dal 1° giugno al 30 novembre 2021 sono stati emessi 16 provvedimenti di “Avviso orale” nei confronti di soggetti dediti ad attività illecite e pericolose. Misura ulteriore rispetto all’avviso orale è la Sorveglianza Speciale di Pubblica Sicurezza dallo scorso mese di giugno, ne sono state emesse 7. Cinque di queste sono attualmente all’esame del Tribunale di Roma, mentre le altre due proposte sono state già accolte e adottate nei confronti di due pregiudicati locali che sono stati sottoposti alle stringenti prescrizioni che la misura prevede. Emessi, inoltre, 2 Fogli di Via Obbligatorio, con divieto di fare rientro nel Comune di Rieti per i prossimi tre anni, nei confronti di due cittadini di etnia rom che, provenienti da Roma, venivano a prostituirsi in questa città, adescando per lo più persone anziane, spesso anche con l’intento di derubarle.

CONTRO LA VIOLENZA DI GENERE – Altro importante impegno viene profuso dalla Polizia di Stato nel settore della violenza di genere e domestica. Negli ultimi sei mesi sono stati emessi 2 Ammonimenti del Questore per atti persecutori. Sono stati, poi, 8 gli Ammonimenti del Questore emessi in altrettanti casi di violenza domestica.

Continue Reading

Cronaca

Arrestati dalla Guardi di Finanza di Rieti due spacciatori, il terzo denunciato a piede libero

Published

on

Due spacciatori arrestati, un altro denunciato a piede libero. Sequestrato un consistente quantitativo di sostanze stupefacenti destinate alla piazza di spaccio della sabina e del capoluogo.

OPERAZIONE GUARDIA DI FINANZA – Questo il bilancio delle tre distinte operazioni messe a segno, lo scorso weekend, dai militari del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Rieti. Arrestato un giovane romano che, nei pressi della stazione di Passo Corese, alla vista dei militari, ha cercato di allontanarsi furtivamente, tentando di occultare alcune dosi di droga destinata allo spaccio nella “piazza sabina”. Prontamente fermato dai finanzieri è stato sottoposto a controllo con sequestro di 22,30 gr. di hashish e 10 gr. di marjuana. Il ragazzo, trovandosi nel territorio sabino in violazione dell’obbligo di dimora, è stato anche segnalato al competente Tribunale di Roma per la revisione della misura cautelare.

ARRESTO IN CENTRO – Nel centro cittadino è stato invece arrestato un uomo che i finanzieri hanno notato mentre stava armeggiando nei pressi di un pozzetto per la raccolta delle acque piovane, cercando di occultarvi all’interno della. Il giovane, raggiunto e fermato, è stato sottoposto ad un controllo personale che ha portato al sequestro di 16,5 gr. di cocaina. Nullafacente e senza fissa dimora, è stato trovato in possesso di oltre 300 euro in contanti, provento dello spaccio.

DENUNCIATO UNO STRANIERO – Nella serata di sabato, poi, è stato denunciato a piede libero un cittadino straniero che, mentre percorreva in bicicletta il Lungovelino Bellagamba, alla vista dei militari, ha invertito la direzione. Raggiunto, ne è nata una colluttazione con uno dei militari. Fermato e sottoposto a controllo è stato trovato in possesso di cinque dosi di cocaina, 3,5 grammi circa. Il soggetto, denunciato anche per resistenza a pubblico ufficiale, nullafacente e senza fissa dimora, è stato trovato in possesso di 600 euro in contanti, provento dell’attività illecita. 

Continue Reading

Cronaca

Arrestato dai carabinieri 25enne nigeriano mentre spacciava lungo la pista ciclabile

Published

on

Continua l’attività di controllo del territorio da parte dei Carabinieri della Compagnia di Rieti, finalizzata a contrastare lo spaccio di sostanze stupefacenti nel capoluogo.

L’OPERAZIONE – I Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile hanno arrestato un cittadino
nigeriano, 25enne, colto in flagranza di spaccio. I militari, nell’ambito dell’attività di contrasto alla vendita di stupefacenti nei luoghi a rischio, particolarmente attiva anche sul Lungovelino, hanno riconosciuto una persona già nota come assuntore che passeggiava lungo la pista ciclabile adiacente il fiume. Insospettiti dalla sua presenza in quel luogo, lo hanno seguito fino a quando si è incontrato con il cittadino nigeriano che gli consegnava un involucro in cambio di una banconota da 20 euro.
I carabinieri sono subito intervenuti bloccando entrambi. La perquisizione personale ha permesso di rinvenire e sottoporre a sequestro una dose di eroina e la somma di euro 35,00, comprensiva della banconota per la cessione della dose.

L’ARRESTO – La perquisizione attuata presso l’abitazione dello spacciatore, distante poche decine di metri dal luogo del fermo, ha permesso di recuperare altre quattro dosi di eroina già pronte per essere cedute, oltre a materiale per il confezionamento. L’arrestato è stato successivamente condotto presso la sua abitazione e sottoposto agli arresti domiciliari, in attesa di disposizioni da parte dell’Autorità Giudiziaria.

Continue Reading