Connect with us

Politica

Fratelli d’Italia interviene sul Superbonus 2022: “Equità di accesso al bonus e termini diversi per le zone del cratere”

Published

on

Superbonus 2022: Fratelli d’Italia in prima linea per chiedere equità di accesso al bonus e modifica dei termini per le zone colpite dal sisma del 2016. 

TRANCASSINI, DE LUCA E PIROZZI – Da una prima bozza della legge di bilancio dello Stato 2022 – scrivono il Sen. Luca De Carlo, il Deputato Paolo Trancassini e il consigliere regionale Sergio Pirozzi – si apprende che la riformulazione del superbonus fiscale per la riqualificazione energetica e recupero del patrimonio edilizio prevede una serie di modifiche al provvedimento che ne implicano una notevole riduzione di possibilità di accesso, fra cui l’esclusività di ammissione al bonus riservata ai condomini. E’ evidente – secondo Fratelli d’Italia – che il Governo sta tagliando i fondi ad un provvedimento che invece stava restituendo respiro sia ai contribuenti che al settore edilizio italiano ed è per questo che Fratelli d’Italia a gran voce si batterà affinché il Superbonus sia confermato per tutti i tipi di abitazione, che siano essi condomini o unifamiliari, senza limite massimo dell’Isee a 25.000 euro annui.

LA RICHIESTA – “Chiederemo con fermezza che per le zone colpite dal sisma ci siano termini di applicabilità della norma ben diversi – aggiungono i tre – perché non è possibile ancora parlare al presente in zone in cui la ricostruzione post sisma non è partita – dichiara il Sen. Luca De Carlo – nel cratere sismico del Centro Italia fino ad oggi quasi nessuno può equamente accedere al Superbonus e quindi come pensare di limitare al 2023 la scadenza? Chiediamo tempi più lunghi e condizioni diverse che consentano ai proprietari degli immobili distrutti e martoriati dal terremoto del 2016 di poter usufruire di questo fondamentale vantaggio fiscale”.  

Continue Reading

Politica

Rotatoria di Borgo S. Maria, Melilli scrive a Soccodato

Published

on

Di seguito il testo della lettera inviata al Commissario Straordinario per la Salaria, Fulvio Soccodato, dal presidente della Commissione Bilancio della Camera dei Deputati, Fabio Melilli, in merito ai disagi causati dalla rotatoria in località Borgo Santa Maria:“Caro Commissario,          come sai abbiamo, insieme alla Regione, insistito molto negli anni passati perché si realizzasse la rotatoria di Passo Corese al fine di evitare le lunghe code che si formavano a causa del semaforo. L’opera ha realmente migliorato i flussi di traffico,  agevolando soprattutto  i rientri a Roma nel fine settimana.L’Anas ritenne di programmare altre due rotatorie, a Montelibretti e a Borgo Quinzio. Nelle numerose riunioni che abbiamo tenuto al Ministero per accelerare la realizzazione della Salaria a quattro corsie da San Giovanni Reatino a Passo Corese, ho più volte rappresentata la necessità di soprassedere al piano di ammodernamento della Salaria visto che si accelerava la realizzazione della nuova viabilità. L’Anas ha condiviso le mie preoccupazioni per il tratto Rieti-Ponte Buita ed ha invece ritenuto, ancor prima della tua nomina a commissario, di insistere nella realizzazione di opere di miglioramento nel tratto Osteria Nuova – Passo Corese e nell’intervento sulla galleria di San Giovanni Reatino. Ora, al di là di tutto ciò, è veramente paradossale comunque che la realizzazione della angusta rotatoria di Borgo Quinzio invece di migliorare il transito lo rallenti, vanificando il prezioso lavoro della rotatoria di Passo Corese.Tutto ciò viene quotidianamente denunciato soprattutto dai pendolari che frequentano quel tratto per recarsi o tornare dal lavoro.Ti prego di occuparti della questione al fine di individuare tutte le soluzioni possibili, anche di modifica dell’opera, utilizzando tutti gli strumenti a tua disposizione.Sarà mia cura nei prossimi giorni evidenziare il problema anche ai vertici dell’Anas.Colgo l’occasione per ringraziarti del prezioso lavoro che stai facendo. 

Fonte: comunicato stampa

Continue Reading

Politica

Lazio, Zingaretti presenta a Roma nuova programmazione 2021-27

Published

on

Presso il Palazzo dei Congressi all’Eur il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, insieme al sindaco di Roma Roberto Gualtieri, al vicepresidente regionale Daniele Leodori, ai ministri Mara Carfagna, Mariastella Gelmini e il commissario europeo per l’Economia, Paolo Gentiloni ha presentato la programmazione 2021-2027. “Nella nostra regione arriveranno complessivamente 16,6 mld tra PNRR, programmazione Ue e risorse nazionali – ha dichiarato Zingaretti –. Ma è una cifra destinata ad aumentare ancora, man mano che verranno destinati tutti gli investimenti del PNRR. La priorità ora è correre, restando concentrati sugli obiettivi di questo grande investimento sul nostro futuro: innanzitutto combattere le diseguaglianze; connettere meglio tutti i territori del Lazio con il resto del Paese, per rendere più facile la vita delle persone e per migliorare la competitività; produrre sviluppo sostenibile e lavoro di qualità; valorizzare l’incredibile ricchezza di culture, paesaggi, tradizioni e prodotti che custodisce questa nostra terra.”

LE AREE – Tutte queste risorse saranno investite in 8 grandi aree ripartite tra: le persone e i loro diritti fondamentali; lavoro; scuola, università e ricerca; imprese; ambiente ed economia circolare; connessioni; comunità locali; benessere sociale e individuale- sul nuovo portale lazioeuropa.it le informazioni sulla nuova programmazione della regione lazio, con tutti i bandi, i fondi e i piani dedicati a cittadini e imprese.

Continue Reading

Politica

“Boia chi molla”: interrogazione al Ministro Lamorgese

Published

on

Continue Reading