Connect with us

lavoro

Green pass dal 15 ottobre: un centinaio i lavoratori sprovvisti

Published

on

Dal 15 ottobre scatterà l’obbligo di esibire il green pass per tutti i lavoratori pubblici e privati, fino al 31 dicembre prossimo quando, salvo ulteriori proroghe, terminerà lo stato di emergenza sanitaria legata al Covid 19. Una novità di cui si parla da tempo e che non impensierisce neppure un po’ i datori di lavoro che anzi si dicono favorevoli alla misura contenuta nel decreto legge settembre scorso, anche se c’è da considerare che sono un centinaio, secondo una stima sommaria delle associazioni di categoria, i lavoratori delle fabbriche reatine a non avere ad oggi il green pass e di conseguenza a non essere ancora immunizzati.

Il presidente di Unindustria Rieti e imprenditore a capo della Phoenix Electronic System, Alessandro Di Venanzio, si è espresso così sul tema della certificazione verde: “E’ uno strumento che ci permette di riprendere con maggior serenità la nostra attività mantenendo comunque i dispositivi di sicurezza previsti dalla Legge”. “Le imprese – aggiunge il direttore di Federlazio Rieti, Davide Bianchino – si stanno adoperando con il massimo sforzo per fornire informazioni ai propri dipendenti. In ogni caso le imprese si dovranno adeguare ai dettami della legge per cui chi non ha la certificazione non potrà accedere al posto di lavoro”. “Tra le impese associate i fenomeni della indisponibilità a vaccinarsi e del diniego del green pass non sembrano avere dimensioni considerevoli – commenta la direttrice della Cna Rieti, Enza Bufacchi – resta il problema che nelle micro aziende anche un solo lavoratore che si sottrae all’obbligo del green pass mette in crisi l’organizzazione del lavoro. Speriamo che le persone si convincano che questo è il male minore in un tempo cosi difficile”.

Continue Reading

lavoro

Amazon, nel reatino incremento di affari del 28%

Published

on

Un incremento dei dipendenti al primo anno dall’insediamento pari al 468%, un aumento del volume d’affari per il territorio del 28%. Sono alcuni dei dati forniti dalla Nomisma che ha presentato una ricerca relativa all’impatto degli investimenti logistici di Amazon sui territori. I risultati sono stati illustrati ieri mattina nel corso di un evento che si è svolto a Passo Corese e che ha visto la partecipazione, tra gli altri, del Presidente del Consorzio Industriale del Lazio, Francesco De Angelis, e del consigliere di amministrazione Angelo Giovanni Ientile.

LE DICHIARAZIONI – «I dati emersi – ha commentato il Presidente del Consorzio Industriale del Lazio Francesco De Angelis – mettono in luce un’operazione industriale che ha avuto ricadute positive in questa provincia sia in forma diretta che in forma indiretta”. Sono due le percentuali che il Presidente De Angelis sottolinea: “La prima riguarda i livelli occupazionali: oggi il sito di Passo Corese conta 1913 dipendenti, ma la crescita dei propri lavoratori è sorprendente con un incremento che, nel primo anno, ha toccato la quota del 468%. Ma i benefici emergono anche sull’indotto con una ricaduta a cascata che interessa tutto il settore industriale, comprese le micro-piccole imprese, di Passo Corese. Raccolgo appieno l’appello lanciato nella relazione della Nomisma che sottolinea la necessità di un coinvolgimento attivo di più attori e, soprattutto, dell’importanza strategica che le risorse del Pnrr possono dare in questa fase delicata e fondamentale per il nostro futuro. La mission del Consorzio è cambiata rispetto a quando nacquero questi enti con la cassa del mezzogiorno, oggi noi dobbiamo essere l’interlocutore delle aziende che vogliono fare investimenti, che vogliono creare occupazione. Per farlo bisogna fornire servizi, occorre adeguare le infrastrutture. In questo senso si colloca il pacchetto da 50 milioni di euro che a poche settimane dalla nostra nascita abbiamo voluto mettere in campo con oltre 40 progetti su tutto il territorio regionale. Di questi circa 6 milioni di euro saranno destinati al territorio industriale di Rieti“.

Continue Reading

lavoro

Riqualificazione dei mercati, Zingaretti: “In arrivo altri 3,6 milioni per il 2022”

Published

on

In arrivo altri 3,6 milioni di euro per il 2022 in merito alla riqualificazione dei mercati. Sono state pubblicate le graduatorie dei Comuni del Lazio e dei Municipi di Roma Capitale che hanno partecipato al bando 2021 per la riqualificazione dei mercati su aree pubbliche. Arrivavano così nelle realtà territoriali della regione che hanno aderito, i quattro milioni di euro destinati a dare sostegno ai mercati per migliorarne funzionalità, promuovere il risparmio energetico e la riduzione dell’impatto ambientale e soprattutto per contribuire a trasformarli anche in luoghi di ritrovo e di incontro per le comunità locali. “I mercati di quartiere sono importanti per la vita sociale ed economica delle nostre comunità – ha dichiarato il presidente della Regione Nicola Zingaretti – sono momenti di aggregazione ma allo stesso tempo anche realtà economiche fondamentali che negli ultimi anni hanno sofferto a causa della crisi pandemica per questo abbiamo li abbiamo sostenuti con il bando 2021 e continueremo a sostenerli anche quest’anno con uno stanziamento di 3.600.000”.

“Visto il successo del 2021, anche quest’anno abbiamo deciso di riproporre il bando a sostegno delle attività commerciali su aree pubbliche” ha dichiarato Paolo Orneli, assessore regionale allo Sviluppo Economico, Commercio e Artigianato, Università, Ricerca, Startup e Innovazione. “Con questo secondo bando, che si aggiunge ad altre iniziative come gli interventi su reti d’impresa e sulla filiera a Km0, vogliamo progettare la ripartenza e sostenere una parte produttiva importante della nostra regione”.

Continue Reading

lavoro

GOL, presentato il programma per l’occupazione

Published

on

Continue Reading