Connect with us

Cronaca

Percepiscono indebitamente il reddito di cittadinanza. I carabinieri denunciano 13 persone

Published

on

I carabinieri continuano nell’azione di verifica del reddito di cittadinanza: 13 le persone denunciate e 35 erogazioni interrotte dall’inizio dell’anno. Recuperati quasi 58.000,00 euro e scongiurata una perdita complessiva per l’erario di circa 320.000,00 euro.

IL BILANCIO DELL’OPERAZIONE — Questi i numeri degli ordinari controlli sul territorio effettuati dai militari del Nucleo Ispettorato del Lavoro e gli altri reparti dell’Arma operanti sul territorio (territoriali e forestali). Dall’inizio del 2021, i Carabinieri di Rieti hanno bloccato l’indebita percezione del beneficio del reddito di cittadinanza a 13 persone, sette cittadini rumeni e sei italiani, segnalandoli in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Rieti. Nella maggior parte dei casi, l’illecito riscontrato consiste nell’aver reso dichiarazioni attestanti cose non vere o aver utilizzato documenti falsi, ovvero nell’aver omesso informazioni dovute, allo scopo di ottenere indebitamente il beneficio del reddito di cittadinanza. In un numero minore di casi, invece, i titolari, pur avendo legittimamente ottenuto il beneficio, non hanno comunicato le successive variazioni del reddito e del patrimonio. È stata così bloccata l’indebita percezione del reddito di cittadinanza da parte degli interessati, per un ammontare complessivo pari ad euro 57.797,47. Dall’inizio dell’anno in corso, il Nucleo Carabinieri Ispettorato del Lavoro di Rieti e i reparti del Comando Provinciale, hanno effettuato 71 controlli su altrettante persone condannate, tratte in arresto, sottoposte a fermo di polizia giudiziaria o altre misure cautelari dai reparti territoriali, interrompendo così altre 22 indebite erogazioni del beneficio.

Continue Reading

Cronaca

25enne arrestato per evasione dai domiciliari

Published

on

Continue Reading

Cronaca

Emergenza Ucraina: piattaforma per richiedere il contributo di sostentamento

Published

on

E’ disponibile dal 29 aprile La piattaforma del Dipartimento della Protezione Civile https://contributo-emergenzaucraina.protezionecivile.gov.it, che permette alle persone in fuga dall’Ucraina di richiedere il contributo di sostentamento. Il contributo è destinato a chi ha presentato domanda di permesso di soggiorno per protezione temporanea ed ha trovato una sistemazione autonoma anche presso parenti, amici o famiglie ospitanti.

Il sostegno può essere richiesto entro il 30 Settembre 2022 e viene riconosciuto per un massimo di tre mesi dalla data riportata sulla ricevuta di presentazione della domanda di permesso di soggiorno per protezione temporanea. In base al periodo trascorso tra la domanda e la richiesta di contributo, può essere riconosciuto per una quota mensile, per due quote mensili o per l’intero ammontare.

Il settore Servizi Sociali del Comune di Rieti ha fornito precise indicazioni per poter richiedere il contributo di sostentamento previsto dall’Ordinanza di Protezione Civile. Per richiedere il contributo sulla piattaforma è necessario il Codice Fiscale, un numero di cellulare e una e-mail. Il sostegno economico è di 300 euro mensili (per un massimo di tre quote) e prevede un’integrazione di 150 euro al mese per ciascun minore di 18 anni, erogata al genitore o all’adulto che sia riconosciuto tutore legale, purché abbia presentato domanda di soggiorno per protezione temporanea. La somma sarà erogata in contanti presso un qualsiasi ufficio di Poste Italiane presente in Italia.

Continue Reading

Cronaca

Montopoli, arrestato 50enne per porto abusivo d’armi

Published

on

Continue Reading